I principi alla base della nostra pedagogia

Felicità

La felicità non è solo un fine ma anche un mezzo affinché le bambine e i bambini possano esprimersi liberamente e sviluppare le proprie capacità e la fiducia in se stessi. La felicità è vera solo se condivisa.

Felicità

“Il vero oggetto dell’educazione, come quello d’ogni altra morale disciplina, è la formazione della felicità.”
(William Godwin)

“Non educare i bambini nelle varie discipline ricorrendo alla forza, ma come per gioco, affinché tu possa anche meglio osservare quale sia la naturale disposizione di ciascuno.”
(Platone)

Affettività e Curiosità

L'affettività è il terreno su cui far fiorire la curiosità come motore per l'esplorazione del mondo.

Affettività e Curiosità

“Dopo tanto affaccendarsi nella vita e nella scuola, ciò che resta alla persona come sedimento residuo di esperienze e apprendimenti sono affettività e non argomentazioni, abitudini e non giudizi, gesti più che parole e proposizioni.”
(Luis Carlos Restrepo)

“Prima l’educazione del cuore, poi l’educazione della mente.”
(Bruno Misefare)

Apprendere dall'esperienza

I nostri bambini e le nostre bambine imparano con il corpo e tutti i sensi e non solo con la mente, insieme e non da soli, sperimentando la cooperazione, imparando a chiedere aiuto. Ciò che è vissuto rimane in profondità e non occorrono ripetizioni vuote.

Apprendere dall'esperienza

“Ciò che dobbiamo imparare a fare, lo impariamo facendolo.”
(Aristotele)

“Dimmi e io dimentico; mostrami e io ricordo; coinvolgimi e io imparo.”
(Benjamin Franklin)

Collaborare

Il nostro metodo si ispira alla maieutica per una didattica collaborativa, innescando un apprendimento attivo, ragionando e dialogando insieme.

Collaborare

“L’educazione dovrebbe inculcare l’idea che l’umanità è una sola famiglia con interessi comuni. Che di conseguenza la collaborazione è più importante della competizione.”
(Bertrand Russell)

Imparare dalla natura e nella natura

Ci sono molti luoghi dove svolgiamo le nostre attività: in riva al nostro ruscello, tra i tavoli delle nostre aule, sotto gli alberi del nostro bosco.

Imparare dalla natura e nella natura

“E questa nostra vita, via dalla folla, trova lingue negli alberi, libri nei ruscelli, prediche nelle pietre, e ovunque il bene.”
(William Shakespeare)

Poter sbagliare

Accompagnare le bambine e i bambini nella ricerca di possibili soluzioni significa contemplare l'errore come parte integrante e necessaria del percorso.

Poter sbagliare

“Gli errori sono necessari, utili come il pane e spesso anche belli.”
(Gianni Rodari)

“Per vivere una vita creativa, dobbiamo perdere la nostra paura di essere in errore.”
(Joseph Chilton Pearce)

Creatività

La creatività dei nostri bambini e delle nostre bambine è stimolata dall'espressione di sé, dal contatto con il gruppo, dalla contaminazione delle idee, dal movimento, dal riconoscimento dei limiti della realtà.

Creatività

“La creatività è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, mentre la creatività abbraccia il mondo stimolando il progresso e dando impulso al futuro.”
(Albert Einstein)

“È nel giocare e soltanto mentre gioca che l’individuo è in grado di essere creativo e di fare uso dell’intera personalità, ed è solo nell’essere creativo che l’individuo scopre il sé.”
(Donald Winnicott)

Pensiero critico

Creare connessioni inaspettate, accogliere i cambiamenti, integrare i pensieri dei compagni, di altre culture, sospendere il giudizio, sono alcuni degli elementi che aiutano le nostre bambine e i nostri bambini a sviluppare un pensiero critico.

Pensiero critico

“La mente non è un vaso da riempire, ma un fuoco da accendere.”
(Plutarco)

Biodanza

La sessione di Biodanza è un laboratorio in cui ogni bambino, ogni bambina ha il permesso di sperimentare l’espressione delle proprie emozioni, di entrare in risonanza empatica con le emozioni altrui, di esplorare la natura utilizzando i propri sensi, sviluppando quelle capacità che da sempre hanno permesso la vita dell’essere umano sul pianeta: il costruire insieme, la solidarietà, il rispetto delle diversità, a partire dal riconoscimento e dallo sviluppo di tutte le potenzialità individuali.

Biodanza

“… dobbiamo riuscire a concepire processi educativi non tanto finalizzati a un futuro che poi nessuno sa davvero come sarà… ma pensare che la vera posta in gioco è la qualità, la profondità, la semplicità, la pazienza che a volte è necessaria per salvare un incontro, quando un incontro può avvenire.”
(Paolo Perticari – “Attesi imprevisti”)

Nutrimento

Curiamo il nutrimento della mente come quello del corpo. Proponiamo alle bambine ed ai bambini pranzi e merende vegetariani, biologici, a Km 0, preparati tutti i giorni nella nostra cucina interna.

Nutrimento

“Dobbiamo partire dal cibo come ricchezza, come scambio, come cultura. Solo proteggendo il nostro cibo possiamo pensare di salvaguardare le nostre risorse e il pianeta che ci ospita. La produzione, la distribuzione e il consumo di cibo ci coinvolge in maniera totale.”
(Carlo Pertini)